Solaro (Milano). Periodico trimestrale d'informazione dell'Associazione culturale"IL PENSIERO LIBERO" (ONLUS).

Un angelo chiamato "GIRASOLE"

IL FRUTTO DI UN DRAMMA
L'associazione "il Girasole" nasce in seguito a un dramma: una madre perde il proprio figlio ventiquattrenne, nato con seri problemi e da sempre bisognoso di assistenza. La mamma è Francesca Candeloro, il figlio si chiamava Pierluigi. "Quel dolore sarebbe rimasto inutile, se non gli avessi dato un senso" ,dichiara mamma Francesca. E per cercare di dare un senso a ciò che senso non ha, Francesca Candeloro si prodiga per far nascere un'associazione in grado innanzitutto di aiutare altre mamme che vivono la tragedia della perdita di un figlio: prende corpo così "Il Girasole" ,associazione di promozione sociale non lucrativa, come si legge negli opuscoli informativi del sodalizio. "Non siamo ancora una Onlus, ma cercheremo di diventarlo" ,dichiara Francesca, presidente di questa realtà che conta circa duecento soci.

LE FINALITA' DEL GIRASOLE
La giovane associazione "si prefigge di sostenere tutti coloro che stanno cercando di trasformare il proprio dolore in azione, dando un senso nuovo e un orientamento costruttivo alla propria vita" , e ciò che si realizza tramite "un progetto di promozione culturale, artistica e spirituale, che prevede iniziative (conferenze, incontri, laboratori, mostre, spettacoli ecc.) il cui ricavato verrà interamente devoluto a sostegno di iniziative di solidarietà sociale, in favore di ragazzi sofferenti, o privi dell' affetto familiare" . Il sodalizio precisa anche la propria base culturale: "La fede in Dio è la nostra guida, il tendere la mano al prossimo il messaggio che regna nei nostri cuori".

LE ATTIVITA' CULTURALI
Non ha un connotato confessionale, ma il "Girasole" si muove nettamente in un ambito "spirituale": gli incontri organizzati dall'Associazione parlano ad esempio della "Scintilla Divina" che sarebbe presente in ciascuno di noi (conferenza "in cammino con l'energia" tenuta da Leonardo De Sanctis), di "enneagramma" (seminario tenuto da Don Sergio Messina), di "liberazione energetica-emozionale" (conferenza "La luce nell'anima" con Marinella Caforio e Antonio Calò), di "tecniche di meditazione" insegnante da Shri Mataji Nirmala Devi (conferenza "M'assaggio. Libretto d'istruzioni. per godersi la vita" con Patrizia Masci), di "evoluzione spirituale" (seminario "Energia Guide, Doni" tenuto dall'astrologa e giornalista Barbara Amadori), di karma (seminario "Medicina spirituale" con Thea Nives Brama), di inconscio e altro ancora.

GLI AIUTI MATERIALI E CONCRETI
Se l'aspetto culturale, parlando di "spirito", "angeli" e "anima", si muove ovviamente nell'ambito dell'irrazionale e dell'indimostrabile, con tutti i limiti del caso, gli aiuti umanitari sono invece concreti e soprattutto verificabili. "Il Girasole" ha così contribuito alla realizzazione in Abruzzo di un parco giochi per ragazzi disabili presso un istituto religioso. Ancora più significativi sono gli interventi in Africa.

UN POZZO IN ETIOPIA
"Il Girasole" sostiene la fondazione Butterfly (Onlus) nel suo progetto di realizzare pozzi d'acqua in Africa. Grazie all'impegno del sodalizio e alla collaborazione dei sostenitori, nel febbraio 2007 sono stati iniziati i lavori per la costruzione di un pozzo a Wora Atle-Tigray, in Etiopia. "In questa iniziativa - dichiara mamma Francesca- siamo stati aiutati da Claudio Maneri, un architetto di Venegono che dedica la propria vita alla beneficenza. Tutto nasce dall'amore per la figlia, che prima della prematura morte ha espressamente chiesto di utilizzare il proprio denaro per aiutare i bambini africani". Ancora un dramma, ancora un aiuto. Fino a quando i poteri economici mondiali non permetteranno di fare altre politiche, la beneficenza rimarrà, purtroppo, l'unica speranza per gli abitanti dei Paesi poveri. "Il Girasole" raccoglie così, tramite una lotteria, 10mila euro, destinati al pozzo etiopico, che presto verrà terminato.

Giovanni Moia